3 domande che cambieranno la vostra vita

Giudica un uomo dalle sue domande piuttosto che dalle sue risposte.

– Voltaire –

 

Non sono le risposte che ricevete dagli altri, ma le domande che fate a voi stessi che vi aiuteranno a crescere. Infatti, le semplici domande che fate a voi stessi su base giornaliera determineranno il tipo di persona che diventerete.

Tenete in mente che queste domande non hanno una risposta giusta o sbagliata. Perché a volte fare la domanda giusta è la migliore risposta.

 

  1. Se aveste un amico che vi parla allo stesso modo in cui parlate a voi stessi, quanto tempo permettereste a questa persona di essere vostro amico?

Ricordate che il modo in cui trattate voi stessi sarà lo stesso in cui vi tratteranno anche gli altri. Dovete amare chi siete o nessun altro lo farà. Quindi, trattate voi stessi nel modo in cui volete che gli altri vi trattino. Smettete di screditare voi stessi e cominciate a valorizzarvi per quello che siete. Dovete imparare ad essere i migliori amici di voi stessi, perché cerchiamo molto spesso di essere i nostri peggiori nemici.

Onestamente, la quantità di abusi che tollerate nelle vostre relazioni è spesso uguale alla quantità di abusi che fate a voi stessi. Se siete abituati a dire a voi stessi che siete poco attraenti, che siete destinati a fallire e che non siete capaci di affrontare il mondo senza che qualcuno vi prenda per mano, allora vi sarà più facile accettare e sentirvi più a vostro agio quando siete circondati da persone che rafforzano questi pensieri negativi.

Perché è questo ciò che fanno i pensieri negativi – vi fanno amare voi stessi e la vita sempre meno.

Quindi, quando siete da soli fate attenzione ai vostri pensieri. Tenete presente che sono solo i vostri pensieri che vi danneggiano. È come se sceglieste di pensare a tutto ciò e sapete che questo è vero. Abbiamo circa 60.000 pensieri al giorno. Non perdetene cinquantanove mila, novantasei novanta in pensieri reprimenti e negativi.

Cambiate il modo di parlare a voi stessi da subito. Quanto avete fatto attenzione alle parole che avete usato per parlare a voi stessi di recente? Se qualcuno avesse ascoltato quello che avete detto a voi stessi, avrebbe sentito una dichiarazione incoraggiante o una sconfortante?

Per riassumere, la relazione che avete con voi stessi è la relazione più vicina e più importante che avrete durante tutta la vita. Allora, vi chiediamo: quando è stata l’ultima volta che qualcuno vi ha detto che vi ama per quello che siete e vi ha chiesto cosa pensate e sentite? Quando è stata l’ultima volta che qualcuno vi ha detto che avete fatto un ottimo lavoro o vi ha portato in un posto speciale per festeggiare una piccola vittoria, semplicemente perché ve lo meritate? Quando è stata l’ultima volta che “qualcuno” è stato VOI?

 

  1. Se oggi fosse l’ultimo giorno della vostra vita, fareste quello che state facendo?

Pensateci un po’. E quanto la risposta sarà NO per troppi giorni di fila, saprete che è arrivato il momento di fare un cambio.

Questa è una conversazione interessante, perché siamo tutti consapevoli che la vita è breve e che la morte è una delle poche certezze che abbiamo, e tuttavia siamo sconvolti quando perdiamo qualcuno che conosciamo. È come camminare su una rampa di scale avendo la mente altrove e sbagliare l’ultimo passo. Ci aspettiamo che ci sia un’altra scala, e perdiamo l’equilibrio per un momento, prima di tornare alla realtà.

Quindi vivete la vita OGGI! Non ignorare la morte, ma non abbiate neanche paura. Abbiate paura di una vita che non avete mai vissuto perché avevate troppa paura di intraprendere azioni positive. La morte non è la perdita più grande in vita. La perdita più grande è ciò che muore dentro di voi mentre siete ancora vivi. Siate audaci. Siate coraggiosi. Abbiate paura alla morte, e poi fate il passo successivo nella direzione dei vostri sogni SEMPRE.

Purtroppo, ci sono molte persone che vivono tutta la vita sulle stesse impostazioni predefinite, senza mai rendersi conto di poter personalizzare assolutamente tutto. Non siate uno di loro! Bisogna avere il coraggio di vivere la propria vita nel proprio modo. Ognuno di noi ha un fuoco unico nel proprio cuore e qualcosa che ci fa sentire vivi. È vostro dovere trovarlo e tenerlo acceso. Dovete smettere di preoccuparvi di quello che gli altri vogliono o si aspettano da voi, e cominciare a vivere per voi stessi.

Trovate l’amore, i vostri talenti e le vostre passioni. Non nascondevi dietro le decisioni di altre persone. Non lasciare che gli altri vi dicano quello che volete. Progettate e sperimentate con la VOSTRA vita!

 

  1. Cos’è che dovete lasciar andare?

Succede quando uno cresce. Scoprite di più su quello che volete, e poi vi rendete conto che ci sono cambiamenti che dovete fare. Lo stile di vita inizia a cambiare. Le persone che conoscete non vedono più le cose nello stesso modo in cui lo fate voi. Così vi trovate a cullare i ricordi, ma anche in un disperato bisogno di andare avanti.

Alcune cose semplicemente non sono destinate ad essere. Tutte le cose del vostro passato non appartengono al vostro presente. Continuare a mantenere relazioni e situazioni che sono già andate avanti senza di voi, vi fa rimanere bloccati in un luogo e in un tempo che non esiste più. Andare avanti non significa cancellare o dimenticare completamente le cose meravigliose del passato, significa solo trovare un modo positivo di sopravvivere senza di loro nel presente.

Tutti abbiamo una storia. Tutti abbiamo vissuto cose che ci hanno cambiato in un modo che non ci permette più di tornare dove eravamo. Nella vita, questi tipi di cambiamento sono inevitabili. Tutto intorno a noi è transitorio: il corpo, i beni, le relazioni e così via. Non potete avere il controllo su ogni piccola cosa che vi succede, ma avete il controllo su come decidete di interiorizzare ogni situazione.

Prestate attenzione ai cambiamenti che influenzano positivamente la vostra vita. Apprezzate come le cose inaspettate sono talvolta migliori di quello che vi sareste aspettati. La fine di qualcosa di buono è sempre l’inizio di qualcosa di più grande. Dite a voi stessi: “Caro passato, grazie per tutte le lezioni di vita che mi hai insegnato. Caro Presente, sono pronto ADESSO! “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *